“gli amici del bar margherita” (p. avati)

Gli amici del bar margherita.jpg★★★☆☆

Probabilmente buona parte delle stelline è dovuta al fatto che dalle pagine esce l’odore della brillantina Linetti di mio nonno, e il sapore delle mentine ricoperte di zucchero che mi portava a casa dal bar, la domenica, quando andava al “mercato degli uomini” ad incontrare amici e parenti e comprava qualcosa “per la consumazione”. Che poi al mercato ci va ancora, sono io che non sono più da quelle parti ad aspettare le mentine. Comunque, il Bar Margherita è proprio come me lo aspettavo, ha il colore dei miei ricordi, e il rumore delle chiacchiere tra uomini, davanti a un mazzo di carte e un bicchiere di spuma. Il Bar Margherita descritto da uno dei suoi abitanti, con la prospettiva personale e umana di che descrive chi è c’è e cosa si fa, poca filosofia e, in fondo, tutta la filosofia che serve. Niente di più, niente di meno, niente fronzoli, e le parole che scorrono via come raccontate. Ecco, è stato come sedermi sul divano di finta pelle dei miei nonni, con i rombi in rilievo che mi divertivo a togliere la polvere, ad ascoltare un racconto, magari un pomeriggio d’estate, con le persiane chiuse per fare uscire le mosche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...