“molto forte, incredibilmente vicino”

Molto forte incredibilmente vicino.jpg★★★★★

Una chiave, un ponte verso il passato, storie di vita, amore e morte – e poi, chi è Black? {Molto forte, incredibilmente vicino} #libroin140

Ecco, questo è uno di quei libri che mi fanno venire le lacrime agli occhi. Per come è scritto, per quello che racconta, e per come lo racconta. All’inizio mi sembrava un déjà vu, perché in un certo senso ricorda “La storia dell’amore“, e forse non è un caso. Anche qui c’è questo legame tra oggi e ieri, tra terzo millennio e seconda guerra mondiale. Famiglie distrutte, che tirano avanti e sopravvivono. Poi non so, se è questo o la storia delle scarpe di Oskar, sempre più pesanti, che mi hanno fatto venire le lacrime agli occhi. Ma comunque.

La trama, riportata sulla copertina nell’intramontabile tentativo di attrarre il lettore e invogliarlo ad aprire almeno un paio di pagine del libro, anche a caso, non importa, è più o meno questa: “Oskar, un newyorkese di nove anni, ha perso il padre nell’attacco alle Torri Gemelle. Un giorno scopre una busta che contiene una chiave. Sul retro della busta c’è una scritta: «Black». Che serratura apre quella chiave? E chi è Black?”.

Dico più o meno perché a me sembra che tutto questo passi in secondo piano, sorpassato e arricchito da tutta una serie di sentimenti e vicende che poco hanno a che fare con una semplice chiave, e molto con la vita, l’amore, la morte. Tanto per dire: fosse stato solo per la trama, così come me l’hanno venduta, non l’avrei probabilmente letto. Ma la trama, quella trama lì, è solo un pezzettino.

Annunci

2 pensieri su ““molto forte, incredibilmente vicino”

  1. coccinella ha detto:

    Oggi ho trovato una recensione a questo libro su 52 libri (http://52libri.splinder.com) e ho pensato che è vero: c’è un’altra cosa che mi è piaciuta un sacco di questo libro, ma avevo dimenticato di parlarne: la grafica. Le foto, i disegni, le scritte. E’ un libro che è un diario, bello anche solo da sfogliare.

  2. Charlie68g ha detto:

    questo libro è piaciuto molto anche a me, quando lo lessi qualche anno fa. so che adesso ha scritto un nuovo libro, completamente diverso, a favore del mangiare vegetariano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...