“Il sapore dei semi di mela” (K. Hagena)

Il sapore dei semi di mela.jpg★★★☆☆

Come si suol dire, meglio tardi che mai. Era da troppo tempo che volevo leggere questo libro, da quando ne avevo sentito parlare qui. E finalmente sono riuscita ad aggiudicarmi quella che sembra essere l’unica copia della biblioteca. E per non rischiare di non riuscire a finirlo in tempo, ieri notte ho fatto l’una per finirlo. Da un certo punto di vista, tutta questa fretta è stata controproducente, e così mi sono ritrovata a leggere un libro “invernale” in estate. Il che in un certo senso è paradossale, perché in effetti il libro non parla dell’inverno. Ma, sarà la storia delle mele, fatto sta che questo libro profuma d’inverno. O al massimo d’autunno. E’ un libro che lo leggi, e ti senti catapultato in un giardino profumato di spezie, e ti sembra quasi di sentire sulle gambe il fresco dell’aria che vive nelle vecchie stanze di una grande casa di famiglia ormai quasi abbandonata. Ecco cos’ha di bello: è un libro fisico. Le descrizioni degli odori, dei sapori, dei colori, ma anche dei tessuti, sono così perfette che ti sembra di essere lì. Senti il profumo del prezzemolo, il sapore delle mele, il colore del lago all’alba, e il fruscio della gonna sulle gambe nude…

Annunci

Un pensiero su ““Il sapore dei semi di mela” (K. Hagena)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...