c’era una volta

C’era una volta un bouquet.

Di quelli che in genere sono intonati al colore del vestito, o degli addobbi della chiesa, o di entrambi a seconda della luce e della bravura del fotografo di turno.
Di quelli che in genere la futura sposa passa pomeriggi interi a scegliere i fiori uno per uno.
Di quelli che in genere le spose lanciano alle amiche nubili, che a loro volta in genere si affannano per afferrarlo al volo e mettere così in serio imbarazzo il fidanzato (o amante) di turno, che proprio non se la sente di sbilanciarsi sulla seppur remota possibilità di convolare a nozze entro l’anno.

Ma questo non è un bouquet qualunque. Non uno di quelli che in genere. Non rientra nemmeno in una delle categorie di cui sopra, al punto che lui stesso ha seriamente dubitato per un attimo di essere un bouquet, e si è convinto di essere nato per fare altro, nella vita. Nato da una richiesta alle amiche piú care (“portate una rosa rossa, finta, a testa… poi mentre io mi trucco voi assemblate il bouquet”), ora è stato promosso vaso di rose rosse, un po’soprammobile e un po’ scatola dei ricordi.

Annunci

3 pensieri su “c’era una volta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...