“La famiglia Winshaw” (J. Coe)

La famiglia Winshaw.jpg★★★★☆

I libri di Jonathan Coe hanno uno strano effetto su di me. Li trovo nel complesso entusiasmanti ma, una volta chiusi e riposti sullo scaffale della libreria, cadono inesorabilmente in un misterioso buco nero. Non riesco a ricordarne la trama, ne’ i personaggi. E dire che questa cosa mi innervosisce non poco, visto l’entusiasmo con cui mi lascio trasportare dalle loro vicende. In questo caso, spero vivamente di riuscire a fare un’eccezione. Perché nonostante tutto mi mancherebbero, questi folli membri della famiglia Winshaw, incarnazione della maggior parte dei peggiori vizi della società in cui vivono. Ma soprattutto mi mancherebbero i personaggi secondari, quelle figure che sembrano messe lì a margine, quasi per caso, e invece alla fine si scopre che. Una saga familiare in piena regola, con amori, intrighi, tradimenti, guerre, omicidi a sangue freddo e un pizzico di mistero. E poi, lo ammetto, il fatto che non ci sia un lieto fine nel senso tradizionale del termine mi ha spiazzato. E questo difficilmente si dimentica.

Annunci

2 pensieri su ““La famiglia Winshaw” (J. Coe)

  1. Pingback: Twitted by dirimpa
  2. dicksick ha detto:

    Nonostante tutti dicono che questo sia il capolavoro di Coe, io mi sono lasciato più trasportare da “La casa del sonno”. Sarà perché è una storia molto più contorta, non so. Comunque tenterò di rileggerlo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...