libri

“Novecento” (A. Baricco)

Novecento.jpg★★★★★

Se nasci su un transatlantico su e giù tra Europa e America, la cosa più normale che puoi fare è suonare {Novecento} #libroin140

Ieri sera, insonnia. Così imparo a bere il caffè dopo cena. Ma tant’è, ormai era cosa fatta. Insonnia, dicevo. E mi è venuta in mente la scena di un film  in cui un poveraccio con il mal di mare, in una notte in cui tutti dormono, si ritrova nel salone di un transatlantico a danzare con un pianoforte e il suo pianista. Ovviamente, io non avevo il mal di mare né un transatlantico da esplorare, e a dirla tutta nemmeno molta voglia di alzarmi e accendere il computer per rivedermi il film nella speranza di addormentarmi. Ma, a mali estremi, estremi rimedi. Libreria, abat-jour, una mano ad accarezzare Rucola che sogna, e l’altra a sorreggere Novecento. Il modo migliore fino ad ora scoperto per passare un paio d’ore di poesia. Come una favola, come un pezzo di teatro a portata di mano. Splendido, semplicemente splendido, con le parole che si rincorrono perfette come onde, con il rumore dell’Oceano che ti entra dentro, con le luci degli oblò tutte allineate e il sapore, quasi reale, della salsedine. E’ che non bisognerebbe aspettare per forza la prossima notte insonne, per assaporarlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...