viaggi

algarveshire

La prima cosa che mi viene in mente pensando all’Algarve è che hanno sbagliato nome. Dovrebbe chiamarsi Algarveshire, vista la quantità smodata di inglesi che svernano sulla costa tra Sagres e Tavira.

La seconda, Sagres. Altrimenti detto, tecnicamente, il viaggio di nozze di coccinella. Grazie ad un regalo di nozze, due notti qui, con una vista mozzafiato sull’oceano, e una cenetta romantica a base di prodotti tipici.

La terza, incontrare una cameriera di Sassuolo che si è trasferita per amore, e soprattutto parlarci per cinque minuti buoni in portoghese prima di decidere che forse l’emiliano-romagnolo è meglio.

La quarta, Ferragudo, che guarda Portimao dall’altro lato del fiume e si sente un po’ messo in disparte e bistrattata dai turisti. Ma che non è niente male.

La quinta, Tavira e il nostro ristorante di fiducia, con i datteri di mare a sorpresa (causa assenza di dizionario in valigia), e i dolcetti di pasta di mandorle che mi ricordano quelli di Alvino, a Lecce.

La sesta, gli zingari che si muovono a cavallo. Con un carretto con sopra tutta la famiglia.

La settima, i cani. Ovunque.

L’ottava, la toccata e fuga a Siviglia, il sole, il caldo, e soprattutto il sit in di protesta contro i tagli all’istruzione in cattedrale. Dentro la cattedrale. Giovani che protestano. Immaginate, che so?, San Pietro.

La nona, una mattinata qualunque a Faro, con l’odore del mare e degli aranci.

La decima, Rucola, le sue passeggiate nel suo albergo ideale, e soprattutto i gatti spasimanti che vengono a chiamarla per uscire, la sera.

Annunci

2 thoughts on “algarveshire”

  1. Bellissimi i gatti che invitano Rucola a uscire!
    Come i ragazzini nei paesi in campagna che giocano insieme in piazza dopo cena.

    1. La cosa buffa e’ che e’ successo proprio cosi’. Eravamo a letto a leggere un libro, quando sentiamo miagolare. Alla porta del terrazzino c’era un gatto che chiamava, guardava noi e poi Rucola. Dopo un po’, visto che Rucola e’ una pantofolaia (o se la tira, non si e’ capito bene), si e’ girato e se n’e’ andato. Splendido.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...