pensieri, viaggi

ritorno a bruxelles

Di ritorno da Bruxelles.
Due giorni di sole.
Aria frizzantina e odore di autunno.
Una libreria dove passare un giovedì pomeriggio qualunque, un thé, una fetta di torta e chiacchiere con un’amica. Al tavolo accanto, un vecchio legge un libro e prende appunti su un quaderno, il suo cane accoccolato tra le gambe. Ogni tanto, gli passa un pezzettino di biscotto, e il cane scodinzola. Appena dietro, una signora lavora, o studia. Il tavolino cosparso di fogli, agenda, un computer, una matita a tenerle i capelli.
E non ho capito se è l’atmosfera, la compagnia, o se sono io, ma mi sembra di essere tornata a Parigi, ai tempi dell’università. Me ne sto lì, mi guardo intorno, e mi viene da sorridere, pensando all’autunno che quest’anno non sto vivendo, qui a Lisbona che è ancora tempo da spiaggia, pensando ai caffè minuscoli con le baguette nei cesti e quell’odore di buono, alle librerie e ai suoi bizzarri abitanti, alle serate accoccolata sotto il piumone sorseggiando un thé, alla domenica mattina, in inverno, quando scopri che c’è il sole e ti regali una passeggiata fuori programma in centro, a guardare le vetrine illuminate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...