call center

ricevo una telefonata sul numero italiano. visto che sono in “trattative” con l’inps (un’altra volta ve la racconto) e aspetto notizie, rispondo. un tizio che sembra parlarmi dal centro geometrico di piazza navona, a giudicare dalla confusione di sottofondo, mi fa: “salve, sono di vodafone. visto che lei é una nostra affezionata cliente vorrei proporle un’offerta per il telefono di casa”. affezionata cliente? io? che ricarico dieci euro l’anno giusto per avvisare gli amici quando torno in italia?! comunque, si vede che é la crisi. lo interrompo con un “no guardi ora vivo all’estero quindi non mi interessa.” “ah, é all’estero? ma é di piú il tempo che passa in italia o quello che passa all’estero?” “no, guardi, io all’estero ci vivo” “oh ma che bello! e dove, se posso? cosí, tanto per fare due chiacchiere…”. se é la nuova moda dell’intorto ai tempi del telefonino giuro che non l’ho capita.

Advertisements

Un pensiero su “call center

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...