il mantello dell’invisibilità

quelli che si piazzano tra te e l’uscita, e l’unica cosa che fanno quando provi ad uscire è sfoderare il più innocente sguardo interrogativo mai inventato da quando hanno inventato le uscite. quelli che stendono le gambe nell’unico pertugio rimasto libero tra la strada e la sedia abusivamente piazzata in mezzo al marciapiede dal bar all’angolo. quelli che con invidiabile sangue freddo si lanciano contro il passeggino, dando per scontato che ti fermerai tu, o che essendo invisibili hanno anche il potere di passare attraverso gli oggetti, o entrambe le cose. quelli che si piazzano tra te e il passeggino, nel corridoio strettissimo di un negozio di giocattoli sagacemente arredato in modo da lasciar passare con difficoltà kate moss, figuriamoci una donna incinta o una carrozzina. “signora scusi, dovrei passare.” “passi.” “…” “…” “il passeggino.” “sì.” …sì? ma li incontro solo io?

Annunci

2 pensieri su “il mantello dell’invisibilità

  1. Diemme ha detto:

    No, non li incontri solo tu, anche per me sono un incubo, e anch’io pensavo di scriverci un post su questo “bloccatori”, questi implacabili “chiuditori” di passaggio.

    Forse hanno paura che mentre loro sono fermi il mondo vada avanti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...