“Il purtroppo delle cose” (D. Verhulst)

Il purtroppo delle cose★★★★☆

Un libro che è quasi un’autobiografia, a tratti una raccolta di racconti, forse quasi un diario-confessione. In ogni caso, comunque lo vogliate vedere, ironico. Sgangherato. Cinico quanto basta. Onesto nel senso più ampio del termine, pressoché privo di facili giudizi morali sulla vita, sull’infanzia, sul degrado e sulle cose. Una serie di capitoli di vita ai margini della “società” come la intendiamo noi, in uno sperduto paesino belga con più litri di birra che mattoni per le case. Un affresco crudo, forte, e allo stesso tempo colorato e innocente. E sparse qua e là, tra una madre incontinente e una gara etilciclistica ai limiti dell’epopea, scene buffe e terribili, drammaticamente ironiche e “cinematograficamente” perfette, che si fa quasi fatica a pensare che possano essere state, un tempo di non troppi anni fa, reali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...