“Il porto delle nebbie” (G. Simenon)

Il porto delle nebbuie.jpg★★☆☆☆

La scorsa primavera abbiamo fatto una mini vacanza in Normandia. E quando ho scoperto che Simenon ha scritto un romanzo ambientato proprio tra le nebbie del porto di Ouistreham, dove noi avevamo affittato casa, capite bene che non potevo certo evitare di farne la “colonna sonora” della vacanza. Peccato che, al di là dell’atmosfera lugubre del porto, ottimo esercizio di stile per chi voglia provare a depurare quel famoso porto di tutte le modernità per riuscire ad incontrare Maigret, pipa in bocca e sguardo acuto, non resti molto. La scrittura di Simenon non è tra le mie preferite, e il metodo di indagine non ha niente a che vedere con Sherlock Holmes. Una gara persa in partenza, per quel che mi riguarda.

Annunci

3 pensieri su ““Il porto delle nebbie” (G. Simenon)

  1. dimmieugenie ha detto:

    Ho letto recentemente il mio primo Simenon e io invece ne sono rimasta affascinata! Lo stile classico del vecchio poliziesco, senza fronzoli o forzature! Ma devo dire che non ho mai letto Doyle… Recupererò!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...