“Danny l’eletto”

Danny leletto.jpg★★★★★

Due universi agli antipodi si analizzano, si comprendono, si accettano, pur continuando a non condividere nulla {Danny l’eletto} #libroin140

La cosa che più mi ha colpito di questo bellissimo romanzo di Potok è la capacità di rappresentare dei rapporti umani complessi, difficili, dolorosi ma radicati sulla consapevolezza che la conoscenza può superare la diffidenza e il rifiuto del diverso. Sia nel rapporto tra i due ragazzi protagonisti del libro e i loro padri, sia nel rapporto tra i due, sia nell’apparentemente inesistente rapporto tra i due padri, ritorna sempre il solito, fortissimo messaggio: il rifiuto di dare giudizi di merito approssimati e la comprensione del “diverso” portano alla sua accettazione. E, soprattutto, che la comprensione e l’accettazione non portano necessariamente alla condivisione. I quattro personaggi principali di questo libro non si muovono di un millimetro dalle loro tradizioni, dalle loro convinzioni, dai loro sogni – ma la comprensione degli altri li porta a superare le distanze, ad accettare le differenze, a sostenersi in un delicato equilibro che all’inizio sembra nient’altro che un’utopia.

Annunci

Un pensiero su ““Danny l’eletto”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...