“La vita davanti a sé”

la vita davanti a se★★★★☆

La commovente storia di un ragazzino immigrato nella banlieue parigina, tra prostitute, arabi, ebrei, travestiti e disperati, e della sua “quasi madre adottiva”, un’ex prostituta che accoglie e cresce i figli delle colleghe più giovani. Una banlieue che ricorda quella di Malaussène, e che per certi aspetti è descritta in modo altrettanto dissacrante e disincantato. Una giostra di personaggi e di storie al limite della fantasia, con un bellissimo e commovente epilogo. Alla fine l’ha scritto davvero, Momò, i suoi Miserabili.

Nota a margine: questo libro era stato scelto come “rappresentante” per la Francia del progetto #28libri. Poi, un giorno, ho scoperto che l’autore in realtà è nato in Lituania, che il libro che avevo scelto per la Lituania non è tradotto in Italiano, e che per la Francia avevo un valido sostituto che mi aspettava sullo scaffale della libreria. E quindi.

Annunci

6 pensieri su ““La vita davanti a sé”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...